LUCA BARLOCCI
LA MIA BIOGRAFIA Luca Barlocci nasce nel 1973 a San Benedetto del Tronto (AP). Restauratore di antiquariato, prosegue l"attività di famiglia dopo aver terminato gli studi linguistici e umanistici. Da sempre innamorato dell"arte, principalmente quella antica, trascorre molto tempo fin da ragazzino alla ricerca di tesori nascosti e sconosciuti ai più: nel tempo libero si dedica con crescente dedizione a una ricerca nella sua terra, le Marche, e nel 2011 acquista una piccola fotocamera compatta, sentendo forte il desiderio di documentare e conservare queste esperienze raccolte tra piccoli musei, meravigliosi borghi antichi e incantevoli spazi immersi nella natura. Da quel momento avviene la magia, e nasce il suo amore per la fotografia. Il tempo per lo studio e la ricerca fotografica acquista sempre maggiore spazio e riempie con dedizione crescente le sue giornate, restituendogli un prezioso senso di appartenenza coi propri luoghi e con la natura, ma anche ispirazioni nuove in direzioni di indagine fotografica inattese e del tutto inesplorate. Premi e riconoscimenti Nel 2015 il suo progetto "Sarebbe stato un mondo possibile" si classifica tra i migliori tre nella rassegna "Labirinti Fotografia", viene esposto prima nella galleria "Spazio E" di Milano e successivamente a Torino al "Labirinti Festival". Con "Il volo Improvviso" nel 2015 si classifica primo al Premio Rotondi "La Marca nell"arte". Nel 2016 vince il primo premio "Arte Insieme" organizzato dal Museo della Pietraia dei Poeti. Successivamente , nel giugno 2016, la foto della Fornace Penna di Scicli viene scelta per una mostra intitolata "I luoghi del Silenzio" organizzata dall" associazione Microbo.Net. Mostre La città silente & i luoghi del silenzio - Milano 2016 (mostra collettiva) Parchi, riserve e zone protette delle Marche - Offagna (AN), 2016 (mostra collettiva) Sarebbe stato un mondo possibile - Milano 2015 e Torino 2015 (mostra personale) La poetica del corpo, il corpo poetico - Roma 2014 (mostra collettiva)